Benefici del sonno

Benefici del sonno

Oggigiorno la vita ci impone ritmi frenetici e ci chiede di essere più produttivi, più belli, più informati e più…svegli! Sì, perché dove lo troviamo il tempo di fare tutte queste cose? Semplice, lo togliamo al sonno. C’è chi lo fa volontariamente, per riuscire a svolgere i compiti richiesti dal lavoro o dalla famiglia, e chi invece lo fa inconsapevolmente, e magari persino controvoglia, imputando allo stress la colpa della sua incapacità di prendere sonno.

Il sonno viene visto come un’attività improduttiva (ricordate il proverbio “Chi dorme non piglia pesci”), anche se, paradossalmente, rappresenta il migliore alleato che abbiamo per essere più produttivi possibile da svegli. Un riposo adeguato, notte dopo notte, ci permette infatti di migliorare le nostre capacità di concentrazione, potenziare le nostre difese immunitarie e ci aiuta persino a raggiungere il peso forma. Già, ma quanto bisognerebbe dormire?

Le ore di sonno necessarie per bambini, adulti ed anziani

Ammettiamolo, quando si parla del sonno ognuno di noi è diverso dall’altro, e i luoghi comuni vengono a volte completamente ribaltati. C’è l’anziano arzillo che dorme non più di 5 ore a notte e al mattino è fresco come una rosa, ma anche il diciottenne che non riesce ad alzarsi dal letto nemmeno dopo 10 ore di sonno, e l’adulto che sembra in catalessi per tutta la giornata anche se dorme le sue 8 ore ogni notte. Nonostante quindi non si possa parlare di stereotipi, e il tempo di riposo varia da persona a persona, i medici sono concordi nell’affermare che il numero di ore di sonno corrisponda a:

  • Dalle 14 alle 15 ore al giorno per i neonati
  • Dalle 12 alle 14 ore al giorno per i bambini da 1 a 3 anni
  • Dalle 10 alle 11 ore al giorno per i bambini in età scolare 
  • Dalle 7 alle 9 ore al giorno per gli adulti
  • Dalle 5 alle 6 ore per gli anziani

Naturalmente, oltre alla quantità è importante la qualità del sonno. Chi ha un sonno agitato e si sveglia frequentemente durante la notte, avvertirà la sensazione di non essersi riposato e il conseguente bisogno di recuperare durante il corso della giornata, una situazione che è molto frequente nelle persone anziane.

Il sonno è fondamentale per il nostro equilibrio e per la nostra salute, al punto che alcune delle torture peggiori consistono proprio nella sua privazione. Non è un caso che lavori come quelli dei guardiani notturni, o qualunque altra professione che comporta dei turni anche di notte, vengano considerati come usuranti nell’ambito della previdenza sociale.

I benefici del sonno

Questo perché, appunto, il sonno svolge un ruolo basilare per tenere alta la resa delle nostre capacità. Vediamo quali sono i vantaggi di un buon riposo:

  • Durante il sonno il nostro cervello si resetta, cataloga le informazioni e le rende più facilmente rintracciabili quando da svegli ne avremo bisogno. Di conseguenza migliora la prontezza di riflessi, la capacità di concentrazione e, secondo recenti studi, riduce il rischio di malattie degenerative del cervello.
  • Il sonno rende più creativi, e migliora le capacità di individuare delle soluzioni ai problemi.
  • In caso di malattia, un buon riposo aiuta la guarigione.
  •  Il sonno aiuta a dimagrire, dal momento che studi hanno evidenziato come, a parità di altri fattori, chi dorme bene smaltisce oltre il 50% di grasso in più rispetto a chi riposa male.
  • Il sonno riduce lo stress e il rischio di cadere in depressione, una malattia che sembra riguardare soprattutto chi dorme meno di 5 ore per notte.

Un sonno adeguato ci porta insomma tantissimi benefici, perciò prendersi cura di sé bisogna prendersi cura prima di tutto del proprio riposo.

No Responses

Write a response